Armocromia

Ti sei mai fermata a pensare a cos’è un colore? Il colore è ciò che illumina ogni cosa, la perfetta relazione tra materia e luce. Ciò che dà vita alle nostre forme è colore: i nostri occhi, i capelli, la nostra pelle e perfino le nostre sopracciglia!


Studiando l’armocromia ho osservato i volti delle persone quando ancora non era in voga l’attuale schema delle 4 stagioni: ritengo che questo metodo non riesca a racchiudere tutte le tipologie di incarnato, in particolar modo le valutazioni fatte sulle donne (o uomini) primavera ed estate.


Ma partiamo dalle basi del mio umile pensiero. Tutti conoscono i colori primari nonché il rosso (neutro), il giallo (caldo) e il blu (freddo). Dalla somma dei colori primari nascono altre tinte con varie sfumature sintetizzate in verde, arancio e viola.

Seguendo la teoria di Munsell, con cui mi trovo molto d’accordo, per poter parlare di colore bisogna darsi dei punti di riferimento oggettivi da cui poter poi trarre una serie di sfumature; il blu ad esempio ricorda il freddo, la notte, il buio e fa riferimento alla luna, il giallo esprime luce, giorno, caldo, un chiaro esempio di solarità e quindi riporta alla figura del sole, il rosso invece, considerato un colore neutro, ha la capacità di riscaldarsi o raffreddarsi a seconda della miscelazione col giallo e col blu.


Questa premessa da vita ad una linea cromatica ben precisa dove il sottotono giallo (dorato, caldo) è definito solare e il blu (metallico, freddo) viene definito lunare.

Le tipologie chiare, scure e intermedie infatti si dividono in solari e lunari; ciò che le caratterizza sono gli elementi che le compongono.


Entrando nel concreto, si può definire chiara una donna con gli occhi chiari, capelli e sopracciglia bionde e pelle chiara; una donna è scura quando possiede occhi neri, capelli e sopracciglia nere e una carnagione scura. A questo dobbiamo aggiungere il sottotono, ovvero la quantità di giallo o blu presente in occhi, sopracciglia, capelli e pelle. La somma di questi elementi ci darà varie corrispondenze che determinano un ulteriore suddivisione all’interno delle tipologie già nominate: chiara, intermedia e scura, quindi avremo: Chiara Solare e Chiara Lunare, quando tre elementi su quattro sono chiari e il sottotono è visibilmente più proteso verso colori a pasta calda o a pasta fredda; Intermedia Solare e Intermedia Lunare, quando 2 elementi su due predominano sugli altri per tipologia e sottotono, Scura solare e Scura Lunare, quando tre elementi su quattro sono scuri e il sottotono è visibilmente più proteso verso colori a pasta calda o a pasta freddi . Sono questi gli elementi cromatici da considerare quando si cerca di individuare l’Armocromia di una persona.


Ricapitolando, su questa base, 6 gruppi che sono i miei corrispettivi alle 4 stagioni:

- chiaro-caldo (solare)

- chiaro-freddo (lunare)

- scuro-caldo (solare)

- scuro-freddo (lunare)

- intermedio-caldo (solare)

- intermedio-scuro (lunare)


La tipologia “chiaro-caldo” viene definita solare poiché i suoi colori richiamano l’oro: dei chiari esempi di donne solari sono Sharon Stone, Nicole Kidman o Alessia Marcuzzi. La loro pelle è chiara con un sottotono color pesca o color avorio, abbronza di un bel colore dorato e può avere efelidi sul volto. I capelli generalmente sono biondi e possono avere riflessi dorati o ramati. Gli occhi variano molto, non sono mai compatti, infatti possiedono diverse sfumature.



La tipologia “chiaro-freddo” corrisponde ad una donna senza ombra di dubbio lunare; Cameron Diaz, Claudia Shiffer e Glen Close, rendono visivamente chiara l’idea. La pelle è chiara e mantiene un sottotono rosato tendente ad arrossamenti, è delicata, teme l’esposizione al sole, talvolta ha un sottotono beige e appartiene alle olivastre chiare. I capelli sono generalmente biondi con un evidente riflesso cenere. Gli occhi per questa tipologia di donna sono tutto: azzurri, grigio-azzurri, grigi o verdi con un’ iride delimitata da un blu intenso...proprio come il loro sguardo!



Il tipo “scuro-caldo” corrisponde invece alla donna ambrata (solare); subito si possono associare a questa tipologia icone come Raffaella Carrà, Simona Ventura o Sabrina Ferilli che sembrano diverse fra loro, ma hanno caratteristiche che le uniscono. L’incarnato è chiaro o avorio, caratterizzato da un sottotono pesca che abbronza bene. I capelli possono essere sia biondi scuri che castani (ramati, chiari o scuri). Gli occhi tendono ad essere scuri, a volte giocano con le sfumature del verde e del nocciola.
















Interessante è la tipologia “scuro-fredda” ovvero la donna mediterranea. Maria Grazia Cucinotta, Cher e Catherine Zeta Jones sono un esempio perfetto di donna lunare scura. La pelle è olivastra oppure molto chiara (si abbronza ugualmente bene), segno interessante sono le occhiaie marcate e più scure della tonalità del viso. I capelli sono bruni, castano scuro oppure neri; raramente vi possono essere casi di biondo scuro con sottotono cenere. Gli occhi vengono definiti spesso “puntaspillo” per il forte contrasto tra iride e cornea; i colori dominanti sono marrone scuro o nero.



La donna dorata come Raffaella Mannoia o Isabelle Huppert, appartiene ad una tipologia intermedia-calda. Una pelle avorio, color pesca o decisamente avorio, caratterizzata spesso da efelidi, è una peculiarità facilmente riconoscibile. I capelli sono rossi o ramati. Lo sguardo è caratterizzato da due occhi generalmente nocciola o marroni; alcune donne riescono a mantenere la stessa Armocromia solare nonostante occhi verdi, azzurri, turchesi, ambrati o topazio.


L’ultimo gruppo appartiene alla donna gioiello che possiede un tono intermedio-scuro proprio come Madonna, Liz Taylor o Alessia Mertz. La pelle è chiara, facile ad arrossamenti, i capelli e le sopracciglia scuri (se la donna è bionda, ha sempre sopracciglia marcate) e occhi chiari. Un esempio di lunare dallo sguardo luminoso ed intenso.



Riconoscersi in uno di questi gruppi è il primo passo per sapersi valorizzare e apprezzare ancor di più. Il make-up è un’arte che cerca di adattarsi alle esigenze e alle caratteristiche cromatiche dell’individuo.


Ho creato il mio brand di cosmetici VOR Make-up basandomi su questi principi.

La ricerca delle tonalità giuste di incarnato è stata estenuante ma soddisfacente, sono riuscita a realizzare shades adatte ad ogni tipo di incarnato e sottotono; il fondotinta “Lite Warm Beige” è adatto alle pelli chiare ma con dei sottotoni caldi, che rientrano nell’Armocromia solare. L’obiettivo dei miei prodotti non è correggere unicamente i difetti, ma esaltare i punti di forza.



60 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti